Tel: (+39) 0572 32101/32018 - Email: ptic81900g@istruzione.it - Pec: ptic81900g@pec.istruzione.it - Piazza A. Moro, 1 – 51011 Borgo a Buggiano (PT)

MODULISTICA PER LA FAMIGLIA

NON VERRANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE  MODULI O ALLEGATI NON PRESENTI IN QUESTA PAGINA OPPURE RICHIESTE EFFETTUATE AL DI FUORI DELLA PROCEDURA SPECIFICATA NELLA CIRC.58 A.S. 2020/2021

CIRC. N.58 20-21 procedura procedura istanze-signed


 

Privacy

Modello per il consenso/diniego all’effettuazione di riprese video/fotografiche e alla loro eventuale pubblicazione, sul sito della scuola, sui profili social e/o da parte della stampa, per le finalità descritte nell’Atto di Informazione ai sensi dell’Art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo relativo al trattamento dei dati personali.

INFORMATIVA PRIVACY FAMIGLIE-signed


Assenze previste

I genitori che per motivi familiari, NON RICONDUCIBILI A MALATTIE (viaggi, ecc), dovessero far assentare i propri figli per un numero di giorni superiore a CINQUE, per evitare la presentazione del certificato medico dovranno seguire la seguente procedura:

  • Consegnare/inviare l’Allegato 8.1 – autocertificazione comunicazione assenza almeno due giorni prima dell’inizio delle assenze; se l’auto-dichiarazione è consegnata a mano la firma va posta davanti all’addetto della scuola, se è inviata per mail all’indirizzo ptic81900g@istruzione.it  si deve allegare la fotocopia di un documento valido.
  • Al ritorno in classe l’alunno/a consegna al docente della prima ora l’Allegato 8.2 – autocertificazione rientro insieme alla fotocopia di un documento valido

Uscite Autonome

Per la richiesta delle uscite autonome si prega di utilizzare i modelli di seguito pubblicati inviandoli, debitamente compilati, alla mail ptic81900g@istruzione.it

La segreteria avrà cura di protocollare le richieste ed inviarle al dirigente scolastico per l’autorizzazione.

Si ricorda infatti che è responsabilità del dirigente verificare che il percorso seguito dagli studenti e dichiarato dai genitori sia sicuro (nel senso spiegato alle famiglie dal dirigente).

I genitori saranno contattati per comunicare l’esito della richiesta.

MODULO uscita senza genitori PRIMARIA e INFANZIA

MODULO uscita senza genitori SCONDARIA di I GRADO

INFORMATIVA PRIVACY FAMIGLIE-signed


Trasferimento (nulla osta)

Se un alunno, nel corso dell’anno scolastico, deve trasferirsi da una scuola all’altra, occorrerà seguire la procedura indicata:

  • presentare una domanda al Dirigente Scolastico della scuola in cui intende trasferirsi, spiegando i motivi della richiesta di trasferimento;
  • presentare al Dirigente Scolastico della scuola frequentata una domanda documentata di rilascio di nulla osta di passaggio tra scuole. Il “nulla osta” è il documento da presentare alla nuova scuola per l’effettiva iscrizione;
  • in seguito, la scuola di provenienza invia la documentazione alla scuola di arrivo scelta.

Il nulla osta, se debitamente motivato, non può essere negato.

MODELLLO – Richiesta del nulla osta


Richiesta acquisizione documenti agli atti

MODELLO-Richiesta acquisizione documenti agli atti


Richiesta di accesso agli atti

Modulo-istanza-di-accesso-agli-atti


Richiesta di certificati

Si ricorda al personale della scuola, ai dei genitori degli alunni e agli utenti in generale, che l’art.15 della legge n. 183-2011, entrata in vigore il 1 gennaio 2012, ha apportato modifiche al DPR 445/2000, recante il TU delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa. Il Ministro della Pubblica amministrazione e della semplificazione ha emanato la Direttiva n. 14/2011 circa gli adempimenti necessari.

Nello specifico è previsto che  “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine astati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.  Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47.” (AUTOCERTIFICAZIONI e AUTODICHIARAZIONI)

Da tale data i cittadini, nei rapporti con gli organi delle pubbliche amministrazioni e i gestori dei pubblici servizi (Ente Poste, ENEL, Trenitalia, gestori telefonici, ecc.), non potranno utilizzare certificati e dovranno sottoscrivere dichiarazioni sostitutive di certificati (art. 46 DPR 445/00) o di atti di notorietà (art. 47 DPR 445/00).

Si rammenta che l’autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati che sostituisce. Con la nuova normativa, quindi, la scelta del cittadino è diventata un obbligo, in quanto la pubblica amministrazione ed i gestori di servizio pubblico DEVONO accettare solo atti di notorietà.

Pertanto, in ottemperanza alla nuova norma, l’Istituto Comprensivo SALUTATI – CAVALCANTI  rilascia esclusivamente certificati validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati, sui quali è riportata, pena nullità, la dicitura prevista dalla legge:

Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi (art. 40, comma 2 DPR 445/2000, come modificato dall’art. 15 della Legge 183/2011)

Tali certificati possono essere rilasciati in esenzione dall’imposta di bollo per i casi elencati nel D.P.R. 642/72 Tab All. “B”, e nella L. 405/90, o nei casi previsti da altre norme speciali (vedi i casi di esenzione del Bollo di imposta).

Si ricorda  che il cittadino ha l’obbligo di citare all’amministrazione acui fa richiesta di certificazione l’uso e la norma che esenta dall’imposta di bollo, che deve essere citata obbligatoriamente sul certificato rilasciato. Pertanto, la responsabilità per una eventuale evasione dell’imposta, prevista dal D.P.R. 642/72 e successive modificazioni ed integrazioni, ricade esclusivamente sul richiedente e sul funzionario pubblico che lo ha agevolato nel rendere possibile l’evasione dell’imposta. La mancata applicazione dell’imposta di bollo prevede in solido una penale da 2 a 10 volte l’imposta di bollo non pagata.

MODELLO- Richiesta dei certificati generico                                                 MODELLO -Richiesta dei certificati per il figlio

Autocertificazioni

In osservanza dell’articolo 15 della legge n. 183/2011, le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di pubblici servizi non possono più richiedere né accettare dai privati certificati prodotti da altri uffici pubblici.

Le autocertificazioni di suddividono in dichiarazioni sostitutive di certificazione (articolo 46 del D.P.R. 445/2000) e dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (articolo 47 del D.P.R. 445/2000).

  • Con la dichiarazione sostitutiva di certificazione si possono dichiarare una serie di stati, qualità personali e fatti, espressamente previsti dalla legge, in sostituzione delle normali certificazioni.
  • AUTOCERTIFICAZIONE-GENERICA. word
  • AUTOCERTIFICAZIONE-GENERICA.pdf
  • Con la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà si possono dichiarare stati, qualità personali e fatti, anche relativi ad altri soggetti, di cui l’interessato è a diretta conoscenza (fatte salve le eccezioni espressamente previste dalle legge) e che non rientrano tra quelli oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione (elencati nell’articolo 46 del Dpr 445/2000).

dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

E’ importante ricordare che l’interessato è personalmente responsabile di ciò che dichiara: nel caso in cui l’Amministrazione abbia un fondato dubbio sulla veridicità di quanto dichiarato, è tenuta ad effettuare idonei controlli e ad adottare gli eventuali provvedimenti.